· 

Un po' di letteratura

Grazie al mio amico Francesco, che mi ha consigliato di procurarmi questo libro per iniziare l'avventura di pasticceria pasticciona. Mi sono munita di ombrello (anche se è servito a poco) e mi sono avventura alla sua ricerca.

Preso!

Sembra interessante, sia dal punto di vista culinario che per il fatto che l'autore è un docente di chimica, Dario Bressanini. La scienza, prima passione della mia vita, non poteva di certo abbandonarmi ora. Vi scrivo un estratto dell'introduzione: "[..] I cinque capitoli di questo libro sono dedicati ai cinque ingredienti indispensabili per la pasticceria: gli zuccheri, le uova, la famiglia del latte, la farina e i gas. Se non avete mai letto quest'ultimo ingrediente in una ricetta ecco un ulteriore motivo del perché un approccio scientifico alla cucina e, in particolare, alla pasticceria sia utile per interpretare meglio le ricette più classiche [...]". Il libro vuol essere una sorta di manuale di istruzioni che spiega il perché delle cose, poiché, come spiega il retro di copertina, "[...] tutte le ricette seguono gli stessi principi chimici e fisici e conoscerli è utile per interpretare al meglio, riprodurle a casa e sperimentare nuove varianti [...]". Insomma, non potevo non accettare questa ulteriore sfida: da fisica mi sento tirata in ballo e inizierò la lettura di questo libro riportandovi tutti i consigli utili (e soprattutto le relative spiegazioni!) per una buona riuscita dei nostri dolci.

Se invece siete impazienti di leggere anche voi questo libro, vi lascio qui di seguito il link per l'acquisto:

La Scienza della Pasticceria.

 

 

 

Vorrei anche consigliarvi questo libro, comprato qualche settimana fa in attesa che arrivasse una giusta ispirazione. E' un manuale di introduzione al mondo alla pasticceria, scritto in maniera molto semplice. L'unica pecca è che non ci sono foto, di nessun tipo. Quindi bisognerebbe avere già un'idea del risultato finale che si vuole ottenere seguendo la ricetta. Nel libro vengono descritti:

  • gli ingredienti e il loro ruolo nelle preparazioni;
  • l'attrezzatura necessaria;
  • le tabelle di bilanciamento per ogni ricetta;
  • le creme, le glasse e gli impasti base;
  • i metodi consigliati per assemblare le torte.

Lo consiglio soprattutto a chi ha già una certa familiarità con il "fare dolci" e sicuramente è un libro scritto molto bene, anche vista la scuola dove l'autrice Cristina Ballardini si è diplomata e i master con Iginio Massari a cui ha partecipato.

Anche per questo vi lascio il link per l'acquisto:

Manuale di pasticceria for dummies.

 

Nei prossimi articoli, affronterò il tema delle scuole di cucina, ormai sorte in ogni dove!

"E ora forza: mettetevi il grembiule, tirate fuori zucchero, uova, burro e farina, e iniziamo!" cit. Dario Bressanini.

Rina

Scrivi commento

Commenti: 0